Mal di schiena acuto: 3 rimedi naturali

Il mal di schiena acuto si risolve con alcuni dei rimedi naturali che la natura offre per eliminare sciatalgia, dolore lombare e infiammazioni articolari.

La fitoterapia che utilizza le proprietà delle piante per alleviare vari tipi di malesseri, si rivela molto utile anche in caso di mal di schiena acuto. Le sue origini si perdono nel tempo, già i nostri antenati che vivevano nelle caverne iniziarono a sperimentare i rimedi che la natura offriva loro per curarsi.

Ma come facevano i primitivi e gli antichi a capire quale pianta fosse adatta a un determinato tipo di problema?

Non avendo ancora a disposizione la moderna tecnologia per studiare le proprietà biochimiche delle piante, l’uomo si affidava esclusivamente all’osservazione, per capire quale uso potesse fare di una determinata pianta.
Studiava il comportamento degli animali per scoprire quali piante prediligevano, inoltre osservava attentamente anche anche la loro particolare forma e il colore, e così imparò a selezionare le piante curative e a creare dei rimedi, che ancora oggi possiamo trovare in commercio.
La tecnica delle “segnature” o anche “teoria morfologica” si basava sulla credenza che tutto ciò che esiste in natura ha una funzione ben precisa, e che la forma e il colore specifici di ogni pianta le erano state date da Dio per assolvere a un compito ben preciso.

La teoria morfologica continua ad avere riscontri anche oggi, infatti non è un caso che alcune piante utili per curare il mal di schiena acuto e le infiammazioni articolari, abbiano delle forme particolari che ricordano la colonna vertebrale, o ricordino il tipo di malessere di cui si soffre.

Tra i tanti rimedi “fitoterapici” che esistono in natura, ce ne sono tre particolarmente indicati per il mal di schiena acuto e per alleviare le infiammazioni.

rhus tox 1  Mal di schiena acuto: RHUS TOXICODENDRON.
È una specie di edera velenosa che cresce negli Stati Uniti e in Giappone, le cui foglie contengono un succo urticante per la pelle, ma sono piene di principi attivi anti-infiammatori. Si può assumere sia in forma omeopatica che in tintura madre.
Il Rhus Toxicodendron è un rimedio ancora poco conosciuto ma estremamente efficace soprattutto per alleviare il mal di schiena acuto e vari tipi di dolore alle ossa, ai nervi, ai muscoli e alle articolazioni, che peggiorano soprattutto con il freddo, ma che migliorano dopo un po’ di movimento.
È un alleato prezioso per il sistema muscolo-scheletrico in caso di sciatalgia, dolore cervicale, crampi, tensioni muscolari e distorsioni, nevralgie. Ha un ottimo effetto anche in caso di: mal di testa, infiammazione degli occhi, eczemi, dolori mestruali, mal di gola e rigidità. Si usa anche per combattere la febbre e l’affaticamento muscolare.

artiglio  Mal di schiena acuto: ARTIGLIO DEL DIAVOLO.
Questo curioso nome deriva dalla forma dei suoi frutti che sono ovali, legnosi, frastagliati che ricordano un artiglio e la sensazione del dolore, come se nella sofferenza fossimo posseduti da un diavolo. Cresce su terreni argillosi e sabbiosi specialmente nella Savana e nel deserto del Kalahari e del Sahara.
È un antidolorifico molto potente, è antinfiammatorio e un antispasmodico intestinale in caso di coliche e particolarmente indicato per il mal di schiena acuto, e in caso di: artrite, artrosi, reumatismi, dolori a tendini e muscoli, dolori cervicali, mal di schiena, sciatalgia.
Inoltre depura e sfiamma il fegato, che in base alle teorie della medicina cinese è direttamente collegato alla mobilità di muscoli e tendini. E’ anche un ottimo rimedio in caso di gotta poiché aiuta l’eliminazione degli acidi urici.
Attenzione! Non usare l’artiglio del diavolo quando ci sono ulcere o gastriti, in gravidanza, o durante il periodo dell’allattamento. I bambini sotto i due anni non possono prenderlo, ma sarebbe comunque consigliabile l’uso dopo i 18 anni. In ogni caso, la sua assunzione per via orale non dovrebbe durare più di due o tre settimane. Da evitare anche se si prendono farmaci.
Viste le sue proprietà antidolorifiche, le creme o gli unguenti a base di artiglio del diavolo sono comunque efficaci per ridurre il mal di schiena acuto, le algie e le infiammazioni attraverso massaggi esterni.

ribes nMal di schiena acuto: RIBES NIGRUM.
È un arbusto che cresce perlopiù spontaneo. Produce fiori bianco-verdastro in estate e i suoi frutti sono bacche nere dal sapore gradevole. Le sue parti utilizzate a scopo di benessere sono le foglie e i frutti.
Anche se è conosciuto come l’antistaminico vegetale per eccellenza, ha ottime proprietà antinfiammatorie e antireumatiche, è particolarmente indicato per il mal di schiena acuto e per combattere infiammazioni articolari e muscolari. Il ribes nigrum è efficace anche in caso di shock anafilattico e come anti-istaminico in tutti i casi di allergie e intolleranze.
Da utilizzare con estrema attenzione da chi ha la pressione arteriosa alta poiché la aumenta, cautela anche per chi soffre di insonnia e ansia ed è incline all’eccitabilità.

Come vedi la natura ci offre delle piante fantastiche per contrastare il mal di schiena acuto e altre disarmonie.

Per eliminare il mal di schiena acuto ma anche lombalgia, sciatalgie, dolori dorsali e cervicali, esistono tanti altri rimedi naturali che puoi usare, come ad esempio anche i bagni e gli impacchi a base di sale grosso.
Qualsiasi siano le cause del tuo mal di schiena acuto, ricorda che, oltre ad agire sull’infiammazione, è bene fare attenzione alla postura, all’alimentazione ma anche alle emozioni e alle situazioni che stai vivendo.

Salvo che le tue condizioni non siano così gravi da impedirti di stare in piedi e muoverti, è bene che ogni giorno tu faccia qualche esercizio semplice di stretching posturale, una delle tecniche più indicate per il benessere della colonna vertebrale.

Se le tue condizioni sono critiche, limitati a sdraiarti a terra su un tappetino da palestra o su un tappeto spesso, fletti le gambe appoggiando i piedi a terra fai dei respiri profondi usando correttamente il diaframma, facendo aderire bene a terra tutta la schiena e allungandola sempre di più ad ogni respiro.

Puoi anche aumentare l’intensità di questo esercizio abbracciando entrambe le ginocchia portandole verso il petto, e rimanere in questa posizione per qualche secondo sempre respirando profondamente.

Se hai qualche dubbio riguardo ai rimedi fitoterapici, se stai seguendo delle terapie o assumendo farmaci, è sempre buona norma consultare il medico prima di assumere i rimedi di cui ti ho appena parlato.

In base alla mia esperienza i fitoterapici si sono rivelati sempre molto efficaci, e non ho dovuto aspettare molto tempo prima di stare bene.


Il mal di schiena ti tormenta?

Scopri subito quali sono i 5 errori da evitare: