Ernia al disco questa sconosciuta

Tutta la verità e nient’altro che la verità sull’ ernia al disco, un problema invalidante che può limitare tantissimo la tua vita e quella delle persone a te care.

L’ernia al disco è un problema da non sottovalutare mai. In molti casi si presenta all’improvviso, senza avvisarti e causando forti dolori che ti lasciano quasi senza fiato. La prevenzione in questo caso è una delle strategie vincenti per evitare i fastidi dovuti all’ernia al disco. Senza mai dimenticare che, come ogni altro tipo di disturbo, anche l’ernia al disco ha una componente psicologica che tra poco vedremo.

Quando l’ernia al disco bussa alla tua porta, una delle prime domande che ti fai è: perché proprio a me doveva capitare? Ci si pone questa domanda soprattutto se nel periodo precedente la comparsa dell’ernia, non si sono fatti sforzi o movimenti inadeguati.

Allora perché l’ernia al disco arriva all’improvviso a limitarci nella vita di tutti i giorni?

Per rispondere a questa domanda voglio raccontati quello che mi ha svelato il mio amico e collaboratore Samuele Tedeschi, esperto posturologo e personal trainer.

“L’ernia al disco non avviene per caso, e dipende sempre dal tuo stile di vita e da quanto tempo dedichi alla cura della tua schiena. Non è necessario fare dei lavori pesanti o essere un atleta professionista per favorire la comparsa dell’ernia al disco, anche la sedentarietà e gli errori posturali fanno la loro parte”.

Prima di vedere quali sono gli errori più importanti da evitare in caso di ernia al disco, vorrei fare una piccola parentesi che riguarda i dischi intervertebrali.

Il disco intervertebrale è di vitale importanza per il benessere della colonna vertebrale, è una specie di cuscinetto di sostanza polposa all’interno e più fibrosa all’esterno, che si trova tra una vertebra e l’altra. La sua funzione principale è fare da ammortizzatore a tutta la colonna vertebrale, limitare i danni in caso di traumi e permettere che la colonna vertebrale si muova agevolmente in ogni direzione.

Come ogni ingranaggio che si rispetti, anche il disco intervertebrale ha bisogno della giusta manutenzione per funzionare al meglio, e per evitare la comparsa dell’ernia al disco.

Ecco gli errori da evitare per scongiurare l’insorgere dell’ernia al disco.

  1. Mantenere per troppe ore al giorno la posizione a sedere con la schiena inarcata, ovvero impedendo che appoggi uniformemente contro lo schienale della sedia. Questa posizione scorretta elimina la naturale curvatura della zona lombare e favorisce la fuoriuscita del disco intervertebrale quindi l’ernia al disco. La spinta del disco verso l’esterno viene favorita ad esempio anche quando si piega la schiena verso il basso per raccogliere un oggetto a terra. Queste posture e movimenti scorretti, se ripetuti per diverso tempo velocizzano la degenerazione delle strutture che preservano l’integrità del disco intervertebrale.
  2. Stare seduti con le gambe accavallate. Questa posizione influisce sulla muscolatura del bacino e causa un disequilibrio tra una parte e l’altra della schiena. Il disallineamento del bacino causa a sua volta tensioni muscolari, errori posturali e possibile dolore. Sfortunatamente questa è una delle abitudini più diffuse, sopratutto da chi fa un lavoro sedentario. Questa posizione influisce sulle strutture muscolari e articolari che hanno il compito di mantenere in salute i dischi intervertebrali, e quindi di evitare la comparsa dell’ernia al disco.
  3. Ignorare l’importanza della postura anche quando si fa un lavoro pesante o usurante. Se ad esempio fai il muratore, l’operaio, il manutentore, o un altro tipo di lavoro pesante, dovresti sempre fare attenzione a come ti muovi e a usare correttamente la tua schiena. L’usura dovuta alla ripetizione dei movimenti sommata a delle posture scorrette, crea le condizioni adatte per il danneggiamento dei dischi intervertebrali e per il verificarsi dell’ernia al disco.
  4. Ignorare l’importanza delle emozioni anche in caso di ernia al disco. L’ernia al disco non è la conseguenza solo di un disequilibrio articolare o di errori posturali, ma ha un significato emozionale ben preciso, come ogni altro disturbo. In caso di ernia la disco le domande a cui ti invito a rispondere sono: qual’è la situazione o la relazione che non sopporto più da tempo? Chi o che cosa mi fa sentire oppresso come se no ci fosse nessuna via d’uscita? Le tue risposte ti daranno delle indicazioni precise per scoprire il disagio emozionale che si è somatizzato attraverso l’ernia al disco.
  5. Ignorare l’importanza dell’alimentazione. Anche nel caso di ernia al disco l’alimentazione e l’idratazione del corpo sono fondamentali. Il motivo è semplice: i dischi intervertebrali non sono direttamente vascolarizzati, ovvero il sangue non scorre al loro interno, perciò assorbono per osmosi le sostanze nutritive dai capillari esterni alla colonna vertebrale. Se non mantieni il tuo corpo sufficientemente idratato seguendo una corretta alimentazione e bevendo acqua, anche i dischi intervertebrali possono arrivare a disidratarsi perdendo così la consistenza e l’elasticità necessarie per assolvere alle loro funzioni. Più il disco si danneggia più gli sarà impossibile fare da ammortizzatore e mantenere lo spazio adeguato tra una vertebra e l’altra. Se non si pone rimedio a questa degenerazione, il disco potrebbe non riuscire più a sostenere il peso della colonna vertebrale e quindi uscire dalla propria sede, creando così l’ernia al disco.

15095742_sL’ernia al disco non è altro che la fuoriuscita del disco intervertebrale, la cui massa si troverà quindi a invadere un ambiente esterno, interferendo spesso con le terminazioni nervose che si trovano in prossimità della colonna vertebrale.

Hai presente la sciatalgia? In molti casi il dolore al nervo sciatico  è causato proprio dall’interferenza del disco che si trova a vagare fuori dal proprio alloggiamento.

Ti interesserà sapere che nella maggioranza dei casi l’ernia al disco colpisce la zona lombare e cervicale, essendo queste le due aree della schiena più sollecitate dai movimenti. Delle due il primato di ernia al disco spetta comunque alla zona lombare, che come le fondamenta di un edificio a più piani, è quella che sostiene tutta la struttura vertebrale e la maggior parte del peso del corpo.

In caso di ernia al disco, il mio consiglio è sempre quello di consultare il medico per iniziare a fare tutti gli accertamenti necessari, ma anche un posturologo esperto per iniziare quando possibile il tuo programma di riallineamento posturale.

In ogni caso l’assenza di movimento rimane uno dei peggiori nemici della tua salute, in particolare della tua schiena.


Il mal di schiena ti tormenta?

Scopri subito quali sono i 5 errori da evitare: