Se ci tieni alla tua schiena evita di usare i tacchi alti

Se vuoi evitare alla tua schiena una serie i problemi e di scompensi posturali, non usare i tacchi alti.

Come puoi leggere nel mio precedente articolo “I 5 errori posturali che ti fanno venire mal di schiena” del 20/09/16, uno dei modi più semplici per prevenire e alleviare mal di schiena, lombalgia, dolori dorsali e cervicali è quello di usare scarpe adeguate ed evitare assolutamente i tacchi alti.

tacchiSe davvero ci tieni alla tua schiena allora elimina i tacchi alti dalla tua vita.

Tra poco vedremo quali sono i danni derivanti dall’uso eccessivo dei tacchi alti, ma prima di passare ad analizzarli, ti invito a rispondere a queste domande:

• Vale la pena sacrificare il benessere della tua schiena, delle tue gambe, ma anche dei tuoi piedi e delle tue caviglie per apparire più alta usando i tacchi alti?
• Hai mai pensato che le scarpe con i tacchi alti siano delle vere trappole per i piedi?

Avendo sofferto di mal di schiena per diversi anni, capisco quanto è importante prevenirlo e fare di tutto per risolverlo, pertanto ti invito a riflettere su questi interrogativi e a leggere attentamente la seconda parte di questo articolo dove ti illustrerò i vari motivi per cui è bene usare raramente i tacchi alti.

Ora ti svelerò la verità, tutta la verità e nient’altro che la verità sui tacchi alti.

Ecco i 10 motivi per evitare di usare i tacchi alti.

Segreto n.1: consideriamo per un attimo la funzione e la struttura anatomica del piede: è composto da diverse ossa, assemblate in maniera complessa e precisa, che gli consentono di sostenere l’intero peso del corpo e di trasmettere al cervello tutte le informazioni necessarie riguardo al tipo di terreno sul quale ci si trova.
Infatti il piede è disseminato da tantissimi recettori sensibili alla pressione e alla forma del terreno. Per questo motivo, le scarpe in particolare quelle con i tacchi alti, costituiscono una barriera tra piedi e terreno.

Segreto n.2: per quanto appena descritto al punto n.1, uno dei sistemi più efficaci per riequilibrare la postura è camminare scalzi, o meglio a piedi nudi, su terreni possibilmente non pianeggianti ma leggermente irregolari, per abituare il corpo a riprogrammarsi continuamente e quindi a migliorare l’assetto posturale e la percezione dell’ambiente esterno.

Segreto n.3: non è un caso che le ossa del piede, siano più grandi e resistenti nell’area del tallone, mentre nella parte anteriore del piede siano più sottili e composte. Infatti circa il 65% del peso corporeo è sostenuto dal tallone mentre il restante 35% dalla parte anteriore del piede. Per questo motivo, se si indossano calzature con tacchi alti più di 4 o 5 cm. questo equilibrio viene alterato.

Segreto n.4: l’alterazione dell’ equilibrio tra tallone e parte anteriore del piede a causa dei tacchi alti crea uno scompenso: l’appoggio del piede sui tacchi alti si modifica con conseguenze anche sul baricentro del corpo (il baricentro è un punto in prossimità della terza vertebra lombare che ti permette di restare in equilibrio).
I tacchi alti costringono l’intero sistema muscolo scheletrico, in particolare la colonna vertebrale, a riprogrammarsi, per adattarsi alla nuova posizione innaturale che il piede assume quando si usano questo tipo di calzature.

Segreto n.5: i tacchi alti più di 4 o 5 cm. contribuiscono al disallineamento posturale di tutto il corpo e quindi ti predispongono a tenere posture scorrette, con conseguenze su: piedi, caviglie, ginocchia, bacino, ma soprattutto sulla colonna vertebrale, che è costretta a fare gli straordinari per dare più stabilità al corpo, onde evitare possibili cadute dovute proprio all’instabilità dei tacchi alti sul terreno.

Segreto n.6: per compensare lo spostamento del baricentro e del bacino in avanti a causa dei tacchi alti, le spalle tendono ad andare all’indietro. In questo caso i muscoli della zona lombare sono costretti a lavorare continuamente per tenere il più possibile dritta la colonna vertebrale. Il lavoro eccessivo dei muscoli lombari dà origine a contratture, dolore, e  accentua la “lordosi lombare“, cioè della la naturale curva fisiologica della zona lombare.

Segreto n.7: la modifica della curva lombare, più propriamente detta “l’iperlordosi lombare” può avere effetti anche sul tratto cervicale, perché queste due curve della colonna vertebrale sono molto simili tra loro e si influenzano a vicenda.
L’iperlordosi lombare agisce anche sulla curvatura della parte cervicale, e a volte può concorrere nella formazione dell’ “ipercifosi cervicale”, cioè un eccessiva curvatura della parte cervicale, che a volte puoi notare nelle persone che tengono sempre il collo proteso in avanti, inoltre è anche causa di vari disturbi sia al collo che alle spalle, e di cefalee ed emicranie.

Segreto n.8: i tacchi sono il nemico nr.1 della parte anteriore del piede, in particolare alla regione plantare, che essendo costretta a rimanere per ore all’interno dello spazio ristretto delle calzature, e dovendo sostenere gran parte del peso corporeo a causa degli stessi tacchi alti, è quindi più soggetta a dolore e infiammazioni. L’alluce è il primo a farne le spese, infatti i tacchi alti sono una delle cause di alluce valgo.

Segreto n.9: anche se ti mantieni in allenamento e hai una buona muscolatura che ti sostiene, il rischio di eventuali distorsioni alle caviglie aumenta notevolmente sui tacchi alti, a causa della loro scarsa stabilità sul terreno.

Segreto n.10: se ancora non hai trovato un valido motivo per abbandonare i tacchi alti, c’è un ultimo segreto che voglio svelarti.
Ritenzione idrica e cellulite si devono anche all’uso sconsiderato dei tacchi alti.
Non essendo libero di muoversi liberamente e costretto a rimanere imprigionato nello spazio angusto delle calzature con i tacchi alti per diverse ore al giorno, il piede subisce un ulteriore modifica: la circolazione del sangue sia dei piedi che delle gambe non è più a un livello ottimale. Risultato: fare i conti prima o poi con la ritenzione idrica e la cellulite.

Diciamoci la verità: il tacco alto è esteticamente bello, è un accessorio a cui molte persone non riescono a rinunciare. Un conto è usarlo nelle occasioni speciali, o saltuariamente, un altro conto è usarlo tutti i giorni, ancor peggio se devi stare in piedi per diverse ore o camminare.

Non hai bisogno di sentirti più amata e stimata solo perché cammini su dei “trampoli”. Chi ti apprezza e ti ama davvero continuerà a farlo anche se userai scarpe sportive o se te ne andrai in giro scalza.

Se ogni tanto proverai a camminare senza scarpe scoprirai un mondo nuovo, ti ricorderai che esistono anche i tuoi piedi, e regalerai alla tua schiena un trattamento di benessere gratuito ed efficace. Provare per credere.


Il mal di schiena ti tormenta?

Scopri subito quali sono i 5 errori da evitare: